SLidePhoto

HOME

Per il restauro della decorazione della villa, si è adottata le seguente strategia operativa: una prima fase di pulitura dello sporco accumulatesi nel tempo a mezzo gomma pane, una seconda fase di fissaggio della superficie pittorica con velacril (Ac 33) ed infine il ripristino delle parti mancanti o gravemente deteriorate dagli agenti atmosferici. Tutto l'intervento di restauro è stato supportato dalla visione di foto fatte precedentemente degli stilemi originali, con un continuo confronto, nel massimo rispetto degli ornati e della loro cromia. Per quanto riguarda la ricostruzione "ex novo" della decorazione, si localizza nella parete nord dell'edificio e nel corpo intero della torretta in quanto la proliferazione di muffe, anche dello spessore di 2-3 mm, ha reso necessario un raschiamento abrasivo radicale e la successiva ridipintura (con silicati) del fondo e della decorazione. Per assicurare la massima fedeltà all'originale, si sono rilevati tutti i fregi ricalcandoli e quindi successivamente usati gli stessi con la tecnica dello spolvero per riportarli sulla superficie muraria in sito. I materiali usati sono le terre di tutte le gradazioni, privilegiando gli ossidi e le terre bruciate usando come medium l' Ac 33. La scelta di questi materiali è stata dettata dalla notevole durata nel tempo anche all'esposizione agli agenti atmosferici, vista la garanzia che ci offrono questi prodotti supportati dalla loro tradizionale storicità. Per le parti a corpo si sono usati i silicati, per le velature ed i ritocchi laddove sono stati necessari, le terre diluite con velacril. Il risultato è una ricostruzione ad hoc e mirata, riducendo al minimo l'intervento di ritocco, ma recuperando lo splendore di un tempo.

LOADING...
Click per andare avanti